Vai al contenuto principale

Menù dei canali di comunicazione

Pubblicazione dati di budget relativi alla spesa farmaceutica territoriale aggiornati - anno 2016 (22/12/2017)

Avviso alle Aziende Farmaceutiche

22/12/2017

L’Agenzia Italiana del Farmaco, al fine rispettare gli obblighi della legge di Stabilità 2018, comunica che a partire da oggi saranno a disposizione per singola azienda titolare di AIC identificata in base al codice SIS i dati relativi al budget anno 2016, tramite il Portale del monitoraggio e del controllo della spesa farmaceutica, aggiornati ad oggi.

In previsione della scadenza di legge, lo scorso 26 ottobre AIFA ha pubblicato un avviso alle Aziende farmaceutiche per invitarle a prendere visione dei dati pubblicati e a comunicare eventuali osservazioni all’Agenzia. Le Aziende sono state in seguito convocate, a partire dal 7 novembre 2017, per procedere con il confronto sui dati pubblicati.

Alcune Aziende hanno dato corretto riscontro a seguito degli incontri; altre hanno inviato un riscontro parziale; altre ancora non hanno fatto seguire alcun riscontro. Pertanto l’AIFA, per ragioni non dipendenti dalla propria volontà, non può garantire in tutti i casi la certezza del dato.

La base dati da cui si è partiti per la costruzione del budget 2016 è quella che ha recepito le modifiche trasmesse ed in particolare tiene conto di:

  • aggiornamento dell’anagrafica come comunicata dalle Aziende;
  • aggiornamento dei valori di spesa per AIC anno 2015;
  • aggiornamento dei dati di pay-back utilizzati che sono quelli relativi all’anno 2015 (5%, MEA, Capping);
  • nel caso in cui l’azienda abbia indicato ad AIFA che per i farmaci di classe A/PHT il canale distributivo è solo quello territoriale, si è proceduto in tal senso e pertanto non è stato necessario determinare il  budget ospedaliero 2016 per queste AIC.

Si chiarisce inoltre che il Budget 2016 territoriale è stato determinato come da norma  per i farmaci di classe A non innovativi, che hanno contribuito alla spesa farmaceutica territoriale.

Si consiglia quindi vivamente, a tutte le aziende coinvolte, di voler prendere visione dei dati.

Vai al contenuto principale Vai all'inizio della pagina