Vai al contenuto principale

Menù dei canali di comunicazione

Rapporti Internazionali

L’AIFA intende dare un forte impulso alle relazioni internazionali, per rafforzare ulteriormente il ruolo autorevole e di prestigio dal punto di vista regolatorio e scientifico già svolto dall’ Italia in ambito europeo e extra-europeo, nel settore dei medicinali per uso umano.
I risultati ad oggi conseguiti sono stati raggiunti  grazie a una visione dell’Agenzia volutamente di respiro più ampio.

In particolare a livello europeo l'AIFA partecipa dinamicamente alle attività di valutazione scientifica svolte presso l’Agenzia europea dei medicinali, da parte dei Comitati scientifici ivi operanti e dei Gruppi di lavoro ad essi correlati, alle riunioni dei gruppi di lavoro delle altre istituzioni comunitarie e ai lavori del Network degli HMA (Heads of Medicines Agencies).Gli esperti che partecipano ai Gruppi e ai Comitati a carattere scientifico, non sono però solo interni all’Agenzia: sono presenti, infatti, anche autorevoli rappresentanti dei centri di ricerca, degli ospedali, del mondo accademico, delle società scientifiche.

A livello internazionale l’AIFA partecipa attivamente ai lavori di prestigiose organizzazioni internazionali, quali, ad esempio,  l’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS), la Conferenza Internazionale  per l’Armonizzazione (ICH), il Pharmaceutical Inspection Co-operation Scheme (PIC/S) e l'International Coalition of Medicines Regulatory Agencies (ICMRA).
In tale contesto, l'Unità dirigenziale Rapporti Internazionali si occupa di avviare, mantenere e curare  gli aspetti relativi ai rapporti tra l'Agenzia e le Istituzioni/ Organismi internazionali operanti nel settore dei medicinali per uso umano.

In particolare opera al fine di attivare, quando non presenti, relazioni di collaborazione bilaterale con altri Paesi, così come al fine di ampliare e rafforzare gli accordi di cooperazione già esistenti con le altre Autorità regolatorie; partecipa alle iniziative promosse dal Ministero Affari Esteri in relazione all'attivazione di accordi con Paesi terzi; coordina la partecipazione di esperti AIFA ai progetti di formazione promossi dalla Commissione Europea o da altre Agenzie regolatorie dell’Unione Europea.
Coordina la partecipazione degli esperti presso i Comitati e i Gruppi di Lavoro Europei e Internazionali, favorendo la diffusione al personale interessato dell’AIFA delle informazioni pertinenti provenienti da tali contesti, contribuendo in questo modo al ruolo di "knowledge management” svolto dall’Agenzia stessa.
Supporta inoltre la partecipazione dell’AIFA alle iniziative internazionali finalizzate allo sviluppo delle attività di formazione del personale operante presso le Autorità regolatorie europee ed extra-europee, collaborando tra l’altro con lo European Network Training Center (EU NTC); nell’ottica, infine, di facilitare scambi culturali internazionali su aspetti scientifici e regolatori di particolare rilievo ed interesse, organizza visite di studio da parte di delegazioni di altri Paesi presso l'Agenzia.

Coerentemente con l'intento di AIFA di ampliare lo studio e la ricerca sugli effetti dei farmaci nelle persone vulnerabili e speciali, quali anziani, bambini e donne, è stato  avviato un progetto riguardante il tema "Accesso ai farmaci, un diritto umano" in considerazione dei rilevanti flussi migratori che investono il nostro Paese.
Il diritto alla tutela della salute, riconosciuto dalla legge italiana e dagli strumenti giuridici internazionali, investe direttamente l’AIFA sia nel suo ruolo di promotore e garante della salute attraverso l’uso appropriato e consapevole dei farmaci sia nella convinzione che l'accesso stesso ai farmaci sia un diritto umano. 

Vai al contenuto principale Vai all'inizio della pagina