Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Commissione UE: fino al 30/09 consultazione pubblica sul futuro della “Scienza 2.0” - Commissione UE: fino al 30/09 consultazione pubblica sul futuro della “Scienza 2.0”

Aggregatore Risorse

Commissione UE: fino al 30/09 consultazione pubblica sul futuro della “Scienza 2.0”

C’è tempo fino al 30 settembre per partecipare alla consultazione pubblica lanciata dalla  Commissione europea “Science 2.0 – Science in Transition”. L'obiettivo della consultazione è di comprendere meglio il potenziale sociale pieno della 'Scienza 2.0', quella, per intenderci, che ha sposato in pieno la rivoluzione digitale e ha saputo rivoluzionare se stessa per l’ennesima volta nella sua storia millenaria.  

Dati aperti, partecipazione attiva dei cittadini alla ricerca, condivisione dei risultati. Queste tendenze sono ormai irreversibili e stanno avendo un impatto importantissimo e facilmente misurabile. Basti pensare che il 90 per cento di tutti i dati disponibili al mondo, sottolinea la Commissione Europea, sono stati generati negli ultimi due anni e che la produzione di dati scientifici cresce del 30 percento l’anno.

Ma qual è il punto di vista di pubblico e stakeholder rispetto a questi cambiamenti vorticosi? La consultazione pubblica nasce proprio con l’obiettivo di valutare anzitutto il grado di consapevolezza rispetto a questa nuova “rivoluzione copernicana”, di stimare quale sia la percezione delle opportunità e delle sfide che essa implica e infine di identificare le azioni da metter in atto per rendere più competitivo il sistema della scienza e della ricerca nel continente europeo per sfruttare tutte le possibilità offerte dalla scienza 2.0. 

Máire Geoghegan-Quinn, Commissaria europea per la Ricerca, l'innovazione e la scienza ha ricordato nel lanciare l’evento che la Scienza 2.0 "coinvolge i cittadini nel processo scientifico, che diventa sempre più trasparente ed efficace, ma pone anche problemi di integrità e qualità. Per questo vogliamo sapere cosa ne pensa la gente, come possiamo garantire che evolva a beneficio dell'Europa." 

La Commissione europea ha già integrato alcuni aspetti di "Scienza 2.0" nella sua politica, ad esempio utilizzando la modalità open access per le pubblicazioni scientifiche nell'ambito di Horizon 2020, il nuovo programma di ricerca e innovazione dell'UE. È stato anche avviato un progetto pilota per l'accesso aperto ai dati della ricerca (Open Research Data). Attraverso i suoi programmi di ricerca, l'UE finanzia anche una serie di progetti scientifici dei cittadini e sostiene alcune delle infrastrutture elettroniche che rendono possibile "Scienza 2.0".

La consultazione è disponibile sul sito della Commissione Europea al seguente link: http://ec.europa.eu/research/science-2.0

Per seguire il dibattito in corso sui social media è possibile utilizzare l’hashtag #Science20

Orizzonte 2020: http://ec.europa.eu/programmes/horizon2020/ 


Pubblicato il: 08 settembre 2014

Aggregatore Risorse

Aggregatore Risorse

Galleria

torna all'inizio del contenuto