Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

L’Agenzia Europea dei Medicinali invita ai commenti sulla nuova guida per lo sviluppo di vaccini contro l'influenza - L’Agenzia Europea dei Medicinali invita ai commenti sulla nuova guida per lo sviluppo di vaccini contro l'influenza

Aggregatore Risorse

L’Agenzia Europea dei Medicinali invita ai commenti sulla nuova guida per lo sviluppo di vaccini contro l'influenza

Il mondo regolatorio è consapevole dei benefici che i vaccini possono apportare alla salute pubblica ed è pertanto sempre più impegnato a favorirne lo sviluppo, garantendone la maggiore efficacia e sicurezza possibile. È in quest’ottica che l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha rilasciato per una consultazione pubblica di sei mesi il secondo modulo della nuova guida sui vaccini antinfluenzali, che copre i requisiti non-clinici e clinici per il loro sviluppo. Esso mira a facilitarne la valutazione tempestiva e, come era stato annunciato in un Concept Paper dedicato, a costituire un aggiornamento in un unico documento consolidato, che copra gli orientamenti regolatori attuali, la qualità, gli aspetti clinici e non clinici dello sviluppo di ogni tipo di vaccino contro l’influenza, in tutte le situazioni epidemiologiche.

C’è tempo fino al 31 gennaio 2015 per inviare all’indirizzo vwp@ema.europa.eu osservazioni e commenti sulla nuova guida, sviluppata sulla base dell’esperienza maturata in numerosi anni di campagne di vaccinazione stagionale, della pandemia dell’influenza A (H1N1) del 2009-2010 e delle richieste di scientific advice ricevute dagli sviluppatori di vaccini e delle domande di autorizzazione all’immissione in commercio.

Le modifiche più importanti introdotte dal modulo non-clinico e clinico della guida comprendono:

  • la nuova terminologia per i vaccini pandemici per sostituire la definizione “pandemic mock up vaccine” con “vaccini a preparazione pandemica” (“pandemic preparedness vaccines”) e la definizione “vaccini pre-pandemici” (“pre-pandemic vaccines”) con “vaccini antinfluenzali zoonotici” (“zoonotic influenza vaccines”);
  • la revisione dei criteri per la valutazione di immunogenicità a favore di una più ampia valutazione delle risposte immunitarie rispetto all’uso del tasso di sieroprotezione e di inibizione dell’emoagglutinazione come principali test;
  • l’introduzione degli studi sull’efficacia dei vaccini contro l’influenza stagionale come requisito nella fase di post-autorizzazione.

Al nuovo modulo sarà allegata anche la “Guidance on enhanced safety surveillance for seasonal influenza vaccines”, che è stata adottata come documento a sé stante nel mese di aprile 2014.

Leggi la notizia sul sito dell’EMA


Pubblicato il: 29 agosto 2014

Aggregatore Risorse

Aggregatore Risorse

Galleria

torna all'inizio del contenuto