Seguici su

 
 
 
Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Rapporto ECDC/OMS sulla sorveglianza e il monitoraggio della tubercolosi in Europa - Rapporto ECDC/OMS sulla sorveglianza e il monitoraggio della tubercolosi in Europa

Aggregatore Risorse

Aggregatore Risorse

Rapporto ECDC/OMS sulla sorveglianza e il monitoraggio della tubercolosi in Europa

Il Centro Europeo per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie (ECDC) e l’Ufficio regionale per l’Europa dell’OMS hanno pubblicato il decimo Rapporto annuale sulla sorveglianza e il monitoraggio della tubercolosi (TB) in Europa.

Obiettivo del documento, che prende in considerazione il 2016, è quello di fornire una panoramica sulla situazione della tubercolosi nei Paesi dell’Unione Europea/Area Economica Europea (UE/SEE), per informare e supportare le azioni di sanità pubblica.

I casi di tubercolosi segnalati in 30 Paesi UE/SEE sono stati 58.994. I tassi decrescenti che si osservano sono rassicuranti ma i tassi annuali di riduzione restano ancora insufficienti per raggiungere l’obiettivo dell’OMS di eliminare la tubercolosi nei Paesi europei a bassa incidenza entro il 2050.

Di tutti i casi di tubercolosi notificati, il 70,4% è stato diagnosticato di recente e il 71% è stato confermato da test di amplificazione dell’acido nucleico. Nel complesso, nella popolazione adulta la diffusione è avvenuta con tassi costanti tra le diverse fasce di età, mentre i minori di 15 anni rappresentano il 4,1% di tutti i casi, per un tasso di notifica corrispondente a 3,0 su 10.0000 abitanti. I paesi con un’alta incidenza hanno anche i più alti tassi di notifica specifici per età nei bambini. In tutti gli Stati dell’UE/SEE i maschi sono risultati sovrarappresentati.

La TB multiresistente (MDR) è stata segnalata nel 3,7% di 36.071 casi con risultati di test di suscettibilità ai farmaci (DST) e continua a essere più alta, oltre il 10%, nei Paesi baltici. La TB estremamente resistente ai farmaci (XDR) su 984 casi di TB di MDR test di suscettibilità farmacologica per i farmaci di seconda linea è stata riscontrata con una percentuale pari a 20,1%. Rispetto agli ultimi anni, la resistenza ai farmaci per i farmaci anti-TB di seconda linea è leggermente aumentata.


Pubblicato il: 25 marzo 2018

Aggregatore Risorse

Galleria

Cookie Bar

Modulo gestione cookie

Descrizione cookieBar

Questo sito utilizza cookie tecnici e analytics, necessari al suo funzionamento, per i quali non è richiesto il consenso. Per alcuni servizi aggiuntivi, le terze parti fornitrici, dettagliatamente sotto individuate, possono utilizzare cookies tecnici, analytics e di profilazione. Per saperne di più consulta la PRIVACY POLICY. Per proseguire nella navigazione devi effettuare la scelta sui cookie di terze parti dei quali eventualmente accetti l’utilizzo. Chiudendo il banner attraverso la X in alto a destra rifiuti tutti i cookie di terze parti. Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento attraverso il link "Gestione cookie" presente nel footer.

Social networks
torna all'inizio del contenuto