Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Comitato per i Medicinali per Uso umano (CHMP) dell’EMA: highlights del meeting di gennaio - Comitato per i Medicinali per Uso umano (CHMP) dell’EMA: highlights del meeting di gennaio

Aggregatore Risorse

Comitato per i Medicinali per Uso umano (CHMP) dell’EMA: highlights del meeting di gennaio

Pillola dal Mondo n. 1780 - Il Comitato per i Medicinali per Uso umano (CHMP) dell’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA), nel corso dell’ultimo meeting (27-30 gennaio), ha raccomandato la concessione dell’autorizzazione all’immissione in commercio per quindici medicinali.

Il Comitato ha raccomandato il rilascio dell’autorizzazione all’immissione in commercio per Givlaari (givosiran), il primo trattamento per la porfiria epatica acuta negli adulti e negli adolescenti di età pari o superiore a 12 anni. Givlaari ha beneficiato del supporto del programma PRIME, con cui l’EMA avvia un dialogo precoce con gli sviluppatori di nuovi farmaci promettenti, che rispondono a bisogni medici insoddisfatti.

Parere positivo anche per Rybelsus (semaglutide), per migliorare il controllo glicemico negli adulti con diabete di tipo 2. È il primo trattamento con agonista del recettore del peptide-1 glucagone simile (GLP-1) - una classe di medicinali non insulinici per pazienti con diabete di tipo 2 - sviluppato per uso orale, che fornisce un’altra opzione per trattare la malattia senza iniezioni.

Il Comitato ha raccomandato il rilascio dell’autorizzazione all’immissione in commercio per Vaxchora, per la profilassi contro il colera, e Liumjev (insulina lispro), per il trattamento del diabete mellito negli adulti.

Parere positivo anche per Nilemdo (acido bempedoico) e Nustendi (acido bempedoico/ezetimibe) per il trattamento dell’ipercolesterolemia primaria e dislipidemia mista.

Tra i medicinali raccomandati dal CHMP anche Nubeqa (darolutamide), per il trattamento del carcinoma della prostata, e Staquis (crisaborole), per il trattamento della dermatite atopica.

Anche un medicinale biosimilare, Ruxience (rituximab) – per il trattamento del linfoma non Hodgkin, della leucemia linfatica cronica, dell’artrite reumatoide, della granulomatosi con poliangioite e poliangite microscopica e del pemfigo vulgaris – ha ricevuto parere positivo.

Quattro invece i medicinali equivalenti raccomandati: Azacitidina betapharm (azacitidina) e Azacitidina Mylan (azacitidina), per il trattamento di sindromi mielodisplastiche, leucemia mielomonocitica cronica e leucemia mieloide acuta; Triossido di arsenico Mylan (triossido di arsenico), per il trattamento della leucemia promielocitica acuta; e Cinacalcet Accordpharma (cinacalcet), per il trattamento dell’iperparatiroidismo secondario, del carcinoma paratiroideo e dell’iperparatiroidismo primario.

Raccomandato il rilascio dell’autorizzazione all’immissione in commercio anche per due medicinali ibridi, che si basano in parte sui risultati dei test preclinici e delle prove cliniche di un prodotto di riferimento già autorizzato e in parte su nuovi dati. Si tratta di Budesonide/Formoterolo Teva Pharma B.V. (budesonide/ formoterolo fumarato diidrato), per il trattamento dell’asma e delle malattie polmonari ostruttive croniche, e Trepulmix (treprostinil sodico), per il trattamento dell’ipertensione polmonare tromboembolica cronica.

Per quattro medicinali, infine, il CHMP ha Raccomandato l’estensione delle indicazione terapeutiche: Ameluz, MabThera, Rezolsta, Suliqua, Tybost e Venclyxto.


Pubblicato il: 11 febbraio 2020

Aggregatore Risorse

Aggregatore Risorse

Galleria

Nested Applications

Ultimi tweet

Vai al profilo Twitter

Multimedia

Farmaci & Estate

I consigli di AIFA sulla conservazione dei medicinali nella stagione estiva

Vai al canale Youtube

torna all'inizio del contenuto