Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Parziale revoca decreti sospensione versamento payback per acquisti diretti anno 2018 - Parziale revoca decreti sospensione versamento payback per acquisti diretti anno 2018

Aggregatore Risorse

Parziale revoca decreti sospensione versamento payback per acquisti diretti anno 2018

A tutte le industrie farmaceutiche ammesse ad erogare farmaci con oneri a carico del Servizio Sanitario Nazionale

Appello-Comunicato sull’avvenuta adozione di decreti monocratici di parziale revoca dei decreti di sospensione del versamento degli oneri di ripiano della spesa farmaceutica per acquisti diretti per l’anno 2018

Si rende noto che, a far data dal 19 marzo u.s., il Tribunale Amministrativo del Lazio ha adottato plurimi decreti monocratici, disponibili sul sito istituzionale della Giustizia Amministrativa che, a seguito di Istanza della Regione Emilia Romagna, hanno parzialmente revocato i corrispondenti decreti monocratici in precedenza resi, che disponevano la sospensione dell’obbligo di versamento delle somme previste a titolo di pay back per acquisti diretti per la spesa farmaceutica anno 2018.

Con i più recenti decreti è stato disposto, nei confronti delle imprese ricorrenti destinatarie degli stessi, l’ordine di versamento, a titolo di oneri di ripiano, entro cinque giorni lavorativi dalla comunicazione di detti provvedimenti, degli importi iscritti e accantonati nei bilanci societari per le causali indicate ovvero, in subordine, in caso di mancata puntuale allocazione, della somma dovuta sulla base dai dati posseduti dai ricorrenti, con fissazione dell’udienza camerale alla data del 7 aprile p.v.

In ragione del provvedimento adottato dal TAR Lazio, si invitano tutte le industrie farmaceutiche, anche quelle non ancora destinatarie di provvedimento di revoca, a procedere al versamento a ciascuna Regione delle somme rispettivamente dovute entro cinque giorni lavorativi da oggi.

Si rappresenta, infatti, che l’esecuzione di tali versamenti prima dell’adozione e della notifica dei successivi decreti eviterebbe il proliferare delle spese di giudizio di tutte le parti coinvolte ed eviterebbe l’ulteriore aggravio degli Uffici amministrativi e giudiziari, certamente da scongiurare in considerazione della attuale emergenza nazionale di estrema necessità ed eccezionalità che richiama tutti alla massima collaborazione.

D’altro canto, preme evidenziare che quanto disposto dai decreti di revoca parziale adottati dal TAR Lazio è conforme alla consolidata giurisprudenza di tale Tribunale in materia e che, in sede camerale, sarà verosimilmente confermata tale decisione come per gli anni passati.

Si avverte che questa Agenzia e le altre Regioni stanno procedendo a depositare istanze di revoca analoghe a quelle già presentate dalla Regione Emilia Romagna in tutti i restanti giudizi rispetto ai quali il TAR Lazio non ha ancora adottato il relativo decreto di revoca parziale.

Allo scopo di evitare inutili aggravi e spese, si chiede a tutte le Imprese interessate di voler comunicare l’adesione al presente Appello e l’impegno al pagamento entro cinque giorni lavorativi da oggi, con assoluta urgenza, e comunque entro le ore 20.00 di lunedì 23 marzo p.v. al seguente indirizzo di posta elettronica : a.paoletti@aifa.gov.it

Il tutto, ovviamente, non costituendo acquiescenza ai provvedimenti impugnati e non pregiudicando il prosieguo dei giudizi instaurati.


Pubblicato il: 20 marzo 2020

Aggregatore Risorse

Mappa del Sito

Aggregatore Risorse

Galleria

Nested Applications

Ultimi tweet

Vai al profilo Twitter

Multimedia

Farmaci & Estate

I consigli di AIFA sulla conservazione dei medicinali nella stagione estiva

Vai al canale Youtube

torna all'inizio del contenuto