Seguici su

 
 
 
Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Cancer Discovery: quali donne possono beneficiare dei farmaci per prevenire il cancro al seno? - Cancer Discovery: quali donne possono beneficiare dei farmaci per prevenire il cancro al seno?

Aggregatore Risorse

Aggregatore Risorse

Cancer Discovery: quali donne possono beneficiare dei farmaci per prevenire il cancro al seno?

Variazioni genetiche recentemente identificate possono aiutare a predire quali donne rispondono alla terapia di prevenzione del cancro al seno, secondo quanto suggerito da un un nuovo studio.

Determinando chi potrebbe ricevere o meno un beneficio possibile da due farmaci, alle donne non-responder potrebbero essere risparmiati il trattamento e i suoi effetti collaterali, secondo quanto notato dagli autori dello studio, pubblicato su Cancer Discovery.
I ricercatori hanno esaminato i dati sulle donne arruolate in due studi di prevenzione del cancro al seno di grandi dimensioni, tra cui 592 donne che avevano sviluppato il cancro con 1.171 donne “simili” che non lo avevano sviluppato.

I ricercatori hanno concluso che le donne con una variazione genetica favorevole (chiamata "polimorfismo a singolo nucleotide" o SNP) nel gene ZNF423 e un’altra vicino al gene CTSO avevano più probabilità di rispondere alla terapia di prevenzione con tamoxifene e raloxifene.

Le donne con le variazioni sfavorevoli di questi SNP non possono beneficiare di una terapia di prevenzione e presentano un rischio aumentato di cinque volte di sviluppare il cancro al seno.

"Le recenti linee guida da parte della Preventive Services Task Force statunitense sottolineano che  la terapia con tamoxifene e raloxifene può abbassare il rischio di una donna di sviluppare il cancro al seno. Però circa 50 donne devono essere esposte al trattamento e ai possibili effetti collaterali per evitare un singolo caso di cancro al seno " ha affermato l’autore dello studio, il Dott. James Ingle, professore di oncologia presso la Mayo Clinic di Rochester, Minnesota.

"I nostri risultati sono importanti, perché per la prima volta, abbiamo scoperto i fattori genetici che potrebbero essere utilizzati per selezionare le donne a cui devono essere prescritti i farmaci per la prevenzione. Di notevole importanza è anche la scoperta di nuove informazioni su come tamoxifene e raloxifene agiscono per prevenire il cancro al seno ", ha aggiunto Ingle.

"I risultati di questo studio forniscono una chiara direzione per identificare le donne che hanno maggiore o minore probabilità di beneficiare di tamoxifene o raloxifene", ha spiegato Ingle. "La migliore possibilità che abbiamo di diminuire l’impatto del cancro al seno è quello di prevenirlo in primo luogo. I nostri risultati costituiscono la base per un rilancio delle attività di ricerca in materia di prevenzione del cancro al seno”.

Leggi lo studio integrale su Cancer Discovery


Pubblicato il: 29 luglio 2013

Aggregatore Risorse

Galleria

Applicazioni nidificate

Cookie Bar

Modulo gestione cookie

Descrizione cookieBar

Questo sito utilizza cookie tecnici e analytics, necessari al suo funzionamento, per i quali non è richiesto il consenso. Per alcuni servizi aggiuntivi, le terze parti fornitrici, dettagliatamente sotto individuate, possono utilizzare cookies tecnici, analytics e di profilazione. Per saperne di più consulta la PRIVACY POLICY. Per proseguire nella navigazione devi effettuare la scelta sui cookie di terze parti dei quali eventualmente accetti l’utilizzo. Chiudendo il banner attraverso la X in alto a destra rifiuti tutti i cookie di terze parti. Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento attraverso il link "Gestione cookie" presente nel footer.

Social networks
torna all'inizio del contenuto