Seguici su

 
 
 
Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Studio USA: troppi bambini in affidamento con ADHD trattati con farmaci antipsicotici - Studio USA: troppi bambini in affidamento con ADHD trattati con farmaci antipsicotici

Aggregatore Risorse

Aggregatore Risorse

Studio USA: troppi bambini in affidamento con ADHD trattati con farmaci antipsicotici

I farmaci antipsicotici sono sempre più prescritti per il trattamento del disturbo di attenzione (ADHD) nei bambini e ragazzi in affidamento, secondo un nuovo studio pubblicato sul Journal of Child and Adolescent Psychopharmacology.

L'uso di questi farmaci per curare l'ADHD non è approvato dall’agenzia regolatoria statunitense, la Food and Drug Administration (FDA), ed è conosciuto come un uso "atipico", come hanno spiegato i ricercatori.

Ma il loro studio ha concluso che gli antipsicotici sono stati usati per il trattamento di quasi un terzo dei giovani di età compresa tra 2-17 in affidamento a cui era stata diagnosticata la sindrome da deficit di attenzione e iperattività. I tipi più comuni di antipsicotici utilizzati sono stati risperidone, aripiprazolo e quetiapina.

Lo studio ha esaminato i dati amministrativi relativi a più di 260.000 giovani di età compresa tra i 2 e i 17 anni, iscritti al programma Medicaid del proprio stato di residenza, nel 2006, per determinare il numero medio di giorni di utilizzo di antipsicotici fuori indicazione nei ragazzi. I ricercatori hanno studiato anche  un sottogruppo di bambini affetti da ADHD a cui non erano stati diagnosticati altri tipi di disturbi mentali.

I risultati del ricercatore Julie Magno Zito, presso l'Università del Maryland a Baltimora e colleghi sono stati pubblicati recentemente online.

"Questo studio aggiunge una mole di dati fondamentali per la nostra comprensione di una tendenza persistente me minaccettabile nella psichiatria pediatrica" afferma il Dott. Harold Koplewicz, redattore capo della rivista e presidente del Child Mind Institute di New York in un comunicato stampa ufficiale .

"I nostri bambini più poveri e più vulnerabili, che non hanno accesso alle cure basate sull’evidenza, stanno ricevendo un trattamento potenzialmente dannoso con poca sorveglianza. Il punto saliente dello studio per ogni lettore dovrebbe essere le semplici ma necessarie raccomandazioni per la prescrizione antipsicotica e il monitoraggio in queste popolazioni ", ha aggiunto Koplewicz.

Leggi lo studio

Leggi il comunicato stampa di accompagnamento


Pubblicato il: 15 aprile 2014

Aggregatore Risorse

Galleria

Applicazioni nidificate

Cookie Bar

Modulo gestione cookie

Descrizione cookieBar

Questo sito utilizza cookie tecnici e analytics, necessari al suo funzionamento, per i quali non è richiesto il consenso. Per alcuni servizi aggiuntivi, le terze parti fornitrici, dettagliatamente sotto individuate, possono utilizzare cookies tecnici, analytics e di profilazione. Per saperne di più consulta la PRIVACY POLICY. Per proseguire nella navigazione devi effettuare la scelta sui cookie di terze parti dei quali eventualmente accetti l’utilizzo. Chiudendo il banner attraverso la X in alto a destra rifiuti tutti i cookie di terze parti. Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento attraverso il link "Gestione cookie" presente nel footer.

Social networks
torna all'inizio del contenuto