Seguici su

 
 
 
Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

FDA approva primo farmaco che utilizza tecnologia stampa 3D - FDA approva primo farmaco che utilizza tecnologia stampa 3D

Aggregatore Risorse

Aggregatore Risorse

FDA approva primo farmaco che utilizza tecnologia stampa 3D

La Food and Drug Administration (FDA) ha approvato levetiracetam per uso orale come terapia aggiuntiva nel trattamento  delle crisi parziali, crisi miocloniche e crisi tonico-cloniche generalizzate primarie in adulti e bambini affetti da epilessia. Il farmaco è stato  realizzato mediante l’utilizzo di una piattaforma proprietaria di stampa tridimensionale. La tecnologia 3D permette di fabbricare un sistema di consegna che crea dosi premisurate capaci di disintegrarsi nella bocca del paziente a contatto con un sorso di liquido. La stampa 3D è stata utilizzata in precedenza per la realizzazione di dispositivi medici ma questa approvazione segna la prima volta che un prodotto farmaceutico che adotta questa tecnologia viene registrato dalla FDA.

La soluzione tecnologica innovativa permette la fornitura di un elevato carico di principio attivo, fino a 1.000 mg in una unica dose. Inoltre grazie al 3D printing è possibile aumentare in maniera significativa la personalizzazione, dal momento che ogni dose viene confezionata su misura.

Tra le potenzialità più interessanti del connubio tra nuove tecnologie e produzione farmaceutica rientra senz’altro la possibilità di aumentare l’aderenza al trattamento, in particolare in quei casi in cui i pazienti possono presentare, ad esempio, difficoltà dovute a un disturbo della deglutizione. Un tema particolarmente sentito per bambini e anziani.

Levetiracetam è un farmaco assunto per via orale che viene utilizzato assieme ad altri farmaci per il trattamento di crisi tonico-cloniche generalizzate primarie in pazienti dai 6 anni di età in su affetti da alcuni tipi di epilessia generalizzata, di crisi miocloniche in pazienti dai 12 anni di età con epilessia mioclonica giovanile, e crisi parziali in persone dai 4 anni di in su affette da epilessia. Il farmaco è raccomandato nei pazienti con un peso uguale o superiore ai 20 kg.

Leggi la notizia della Reuters


Pubblicato il: 11 agosto 2015

Galleria

Cookie Bar

Modulo gestione cookie

Descrizione cookieBar

Questo sito utilizza cookie tecnici e analytics, necessari al suo funzionamento, per i quali non è richiesto il consenso. Per alcuni servizi aggiuntivi, le terze parti fornitrici, dettagliatamente sotto individuate, possono utilizzare cookies tecnici, analytics e di profilazione. Per saperne di più consulta la PRIVACY POLICY. Per proseguire nella navigazione devi effettuare la scelta sui cookie di terze parti dei quali eventualmente accetti l’utilizzo. Chiudendo il banner attraverso la X in alto a destra rifiuti tutti i cookie di terze parti. Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento attraverso il link "Gestione cookie" presente nel footer.

Social networks
torna all'inizio del contenuto