Seguici su

 
 
 
Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Incontinenza urinaria urgente: anticolinergici vs onabotulinumtoxinA - Incontinenza urinaria urgente: anticolinergici vs onabotulinumtoxinA

Aggregatore Risorse

Aggregatore Risorse

Incontinenza urinaria urgente: anticolinergici vs onabotulinumtoxinA

Uno studio americano pubblicato sul New England Journal of Medicine ha messo a confronto anticolinergici e onabotulinumtoxinA, due trattamenti farmacologici utilizzati per l’incontinenza urinaria urgente. Le due terapie sono state associate a riduzioni simili della frequenza degli episodi giornalieri di incontinenza urinaria urgente. Il gruppo che ha ricevuto onabotulinumtoxinA ha presentato meno probabilità di avere secchezza delle fauci e più probabilità di avere una risoluzione completa dell’incontinenza da urgenza urinaria, ma più alti tassi di ritenzione urinaria transitoria e di infezioni del tratto urinario.

Lo studio, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, ha coinvolto donne con incontinenza urinaria urgente idiopatica che presentavano cinque o più episodi di incontinenza urinaria urgente in 3 giorni. Per un periodo di 6 mesi, i partecipanti sono stati assegnati in modo casuale al trattamento giornaliero con farmaci orali anticolinergici (inizialmente solifenacina, 5 mg, con possibile escalation a 10 mg e, se necessario, successiva commutazione a trospio XR, 60 mg) più una iniezione intradetrusoriale di soluzione salina o con una iniezione intradetrusoriale di 100 U di onabotulinumtoxinA più placebo giornaliero per via orale. L'endpoint primario era la riduzione rispetto al basale degli episodi di incontinenza urinaria urgente giornalieri per un periodo di 6 mesi. Gli esiti secondari includevano la completa risoluzione dell’incontinenza urinaria urgente, la qualità della vita, l'uso di cateteri e gli eventi avversi.

Di 249 donne sottoposte a randomizzazione, 247 sono state trattate, e 241 hanno fornito dati disponibili per le analisi di esito primario. La riduzione media degli episodi di incontinenza urinaria urgente per giorno nel corso di 6 mesi, da una media basale di 5,0 al giorno era passata a 3,4 nel gruppo trattato con anticolinergici e a 3,3 nel gruppo trattato con onabotulinumtoxinA. La risoluzione completa dell’incontinenza urinaria urgente è stata riportata rispettivamente dal 13% e dal 27% delle donne. La qualità della vita è migliorata in entrambi i gruppi, senza significative differenze. Il gruppo con anticolinergico ha avuto un più alto tasso di secchezza delle fauci (46% vs 31%), ma più bassi tassi di utilizzo del catetere a 2 mesi (0% vs 5%) e di infezioni del tratto urinario (13% vs 33%).
(Studio finanziato dall’Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development e dal National Institutes of Health Office of Research on Women's).

Leggi lo studio su The New England Journal of Medicine


Pubblicato il: 16 ottobre 2012

Aggregatore Risorse

Galleria

Cookie Bar

Modulo gestione cookie

Descrizione cookieBar

Questo sito utilizza cookie tecnici e analytics, necessari al suo funzionamento, per i quali non è richiesto il consenso. Per alcuni servizi aggiuntivi, le terze parti fornitrici, dettagliatamente sotto individuate, possono utilizzare cookies tecnici, analytics e di profilazione. Per saperne di più consulta la PRIVACY POLICY. Per proseguire nella navigazione devi effettuare la scelta sui cookie di terze parti dei quali eventualmente accetti l’utilizzo. Chiudendo il banner attraverso la X in alto a destra rifiuti tutti i cookie di terze parti. Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento attraverso il link "Gestione cookie" presente nel footer.

Social networks
torna all'inizio del contenuto