Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Comunicato Stampa Emea su Sibutramina (18/12/2009) - Comunicato Stampa Emea su Sibutramina (18/12/2009)

Aggregatore Risorse

Comunicato Stampa Emea su Sibutramina (18/12/2009)

L'Agenzia Europea dei Medicinali ha valutato i dati sull'aumentato rischio di gravi eventi cardiovascolari, come ictus o attacco cardiaco, in seguito all'utilizzo di medicinali contenenti sibutramina.

A causa della gravità dei risultati dello studio SCOUT (Sibutramine Cardiovascular Outcome), il Comitato dell'Agenzia per i medicinali per uso umano (CHMP) sta attualmente valutando le implicazioni di questi risultati sull'uso di sibutramina nella normale pratica clinica.
Nel frattempo, si ricorda ai medici e ai pazienti di usare con cautela i medicinali contenenti sibutramina, e solamente in accordo con le informazioni del prodotto attualmente autorizzate.
Tutti i pazienti devono essere regolarmente monitorati per l'incremento di pressione e di frequenza cardiaca. I pazienti che non hanno perso un minimo del 5% del loro peso corporeo entro tre mesi deve interrompere il trattamento. La durata massima del trattamento non dovrebbe superare un anno.
Il Comitato concluderà la valutazione nella seduta di gennaio 2010.





Pubblicato il: 18 dicembre 2009

Aggregatore Risorse

Aggregatore Risorse

Galleria

torna all'inizio del contenuto