Seguici su

 
 
 
Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Informativa su l’emissione delle Autorizzazioni alla produzione/importazione di medicinali (MIA) - Informativa su l’emissione delle Autorizzazioni alla produzione/importazione di medicinali (MIA)

Aggregatore Risorse

Aggregatore Risorse

Informativa su l’emissione delle Autorizzazioni alla produzione/importazione di medicinali (MIA)

L’Ufficio Ispezioni e Autorizzazioni GMP Medicinali rende noto che le Autorizzazioni alla produzione/importazione (Manufacturer/Importer Authorisation – MIA) e i Certificati di conformità alle GMP sono emessi in accordo a quanto previsto dalla ”Compilation of Community Procedure on Inspections and Exchange of Information (CoCP)*, secondo le linee- guida “Interpretation of the Union Format for Manufacturer/Importer Authorisation MIA” e “Interpretation of the Union Format for GMP certificate” contenute nella CoCP*.

Conformemente a quanto indicato nelle sopra citate linee-guida, le Autorizzazioni alla produzione riportano per le attività di produzione (allegato 1: parte 1 e allegato 2: parte 1) tutte le fasi autorizzate eseguite nel sito produttivo, vale a dire le fasi di produzione, di confezionamento primario, di confezionamento secondario, le attività inerenti i controlli di qualità (ai fini del rilascio dei lotti dei medicinali) e le attività di certificazione lotto del medicinale.

L’attività d’importazione (allegato 1: parte 2 e allegato 2: parte 2) è riportata nell’Autorizzazione anche qualora l’officina sia già autorizzata alla produzione della medesima forma farmaceutica che viene importata. 
Nelle Autorizzazioni alla produzione, come indicato nella CoCP, sono inseriti i Requisiti Speciali per particolari tipologie di medicinali (antibiotici beta lattamici, sostanze altamente sensibilizzanti, cellule vive, organismi patogeni bio-safety 3 o 4, radiofarmaci, altro da definire).

Inoltre, nell’ambito della discrezionalità che EMA riconosce alle singole Agenzie Regolatorie, AIFA ha ritenuto opportuno specificare ulteriormente nelle Autorizzazioni rilasciate (MIA) i requisiti speciali come di seguito indicato:

  • antibiotici beta lattamici: viene specificato  se trattasi di penicilline e/o cefalosporine; 
  • sostanze altamente sensibilizzanti: viene specificato se trattasi di carbapenemi, monobattami o altra categoria altamente sensibilizzante; 
  • altro: viene specificato se trattasi di:
    • ormoni o sostanze ad attività ormonale; 
    • citotossici / citostatici.

Relativamente a quanto sopra indicato, le officine che intendono produrre medicinali che rientrano in una o più delle categorie dei requisiti speciali sopra indicati e che non sono esplicitamente riportati nel MIA  già  rilasciato, devono presentare istanza di estensione specificando i requisiti speciali dei medicinali che intendono produrre.

Preme precisare che alcune attività di produzione s’intendono implicitamente autorizzate come di seguito dettagliato:

  • l’attività di confezionamento primario per i medicinali sterili si intende implicitamente autorizzata quando è autorizzata l’attività produttiva di medicinali sterili;
  • le attività di stoccaggio e distribuzione dei medicinali sono implicitamente autorizzate per i siti che sono autorizzati a produrre e/o confezionare detti medicinali; tali attività sono inoltre da intendersi implicitamente autorizzate per i titolari AIC di quei medicinali le cui le attività di produzione e/o confezionamento avvengono presso terzisti.

Appare opportuno, altresì, rammentare che: 

  • l’apposizione di bollini farmaceutici sull’imballaggio esterno (astuccio) che non contiene il farmaco, non è necessario che sia effettuata esclusivamente dal produttore e dalle officine autorizzate operanti in conformità alle EU-GMP  (cfr. comunicato AIFA del 17/08/2017);
  • nel caso di importazioni di medicinali  da Paesi con i quali siano in essere accordi di Mutuo Riconoscimento**, l’officina italiana che importa può effettuare la sola certificazione del lotto senza necessariamente ripetere le analisi di controllo di qualità del medicinale - purché la tipologia del medicinale importato sia compresa nell’accordo di Mutuo Riconoscimento. 


Pubblicato il: 15 dicembre 2021

Galleria

Cookie Bar

Modulo gestione cookie

Descrizione cookieBar

Questo sito utilizza cookie tecnici e analytics, necessari al suo funzionamento, per i quali non è richiesto il consenso. Per alcuni servizi aggiuntivi, le terze parti fornitrici, dettagliatamente sotto individuate, possono utilizzare cookies tecnici, analytics e di profilazione. Per saperne di più consulta la PRIVACY POLICY. Per proseguire nella navigazione devi effettuare la scelta sui cookie di terze parti dei quali eventualmente accetti l’utilizzo. Chiudendo il banner attraverso la X in alto a destra rifiuti tutti i cookie di terze parti. Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento attraverso il link "Gestione cookie" presente nel footer.

Social networks
torna all'inizio del contenuto