Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

L'aspirina potrebbe aiutare a curare un tumore cerebrale legato alla perdita dell'udito - L'aspirina potrebbe aiutare a curare un tumore cerebrale legato alla perdita dell'udito

Aggregatore Risorse

L'aspirina potrebbe aiutare a curare un tumore cerebrale legato alla perdita dell'udito

L'aspirina potrebbe rallentare la crescita di un tipo di tumore al cervello benigno che può portare alla perdita dell'udito , al cosiddetto “ronzio nelle orecchie” (acufene ) e anche alla morte , secondo una nuova ricerca.

Per lo studio , che è stato pubblicato nel numero di febbraio della rivista Otology and Neurotology, i ricercatori hanno esaminato i dati di quasi 700 persone a cui è stato diagnosticato lo schwannoma vestibolare (o neurinoma del nervo acustico). Non esiste alcun farmaco approvato per il trattamento di questi tumori , che crescono sui nervi che collegano il cervello alle orecchie, sostengono i ricercatori.

Le attuali opzioni di trattamento comprendono la chirurgia o la radioterapia, che presentano entrambe potenziali gravi complicazioni.

L’analisi dei ricercatori ha rivelato che il tasso di crescita del tumore è stato più lento nei pazienti che hanno assunto aspirina rispetto a quelli che non avevano assunto il farmaco. Inoltre gli autori hanno aggiunto che età e sesso non hanno influenzato i risultati.

"I nostri risultati suggeriscono un potenziale ruolo terapeutico dell’aspirina mediante l’inibizione della crescita dello schwannoma vestibolare" ha affermato il leader dell’equipe di ricerca Konstantina Stankovic, chirurgo otologico e ricercatore presso il Massachusetts Eye and Ear Infirmary.

Stankovic è anche Assistant Professor in otologia e laringologia presso la Harvard Medical School.

Lo studio è stato finanziato in parte dal National Institute on Deafness and Other Communication Disorders degli Stati Uniti.

Leggi l’abstract dello studio


Pubblicato il: 13 marzo 2014

Aggregatore Risorse

Documenti Correlati

Aggregatore Risorse

Galleria

torna all'inizio del contenuto