Seguici su

 
 
 
Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Diabete tipo I, la vitamina D3 migliora la funzione del pancreas - Diabete tipo I, la vitamina D3 migliora la funzione del pancreas

Aggregatore Risorse

Aggregatore Risorse

Diabete tipo I, la vitamina D3 migliora la funzione del pancreas

Secondo quanto emerso da uno studio pubblicato su JAMA-The Journal of the American Medical Association - la somministrazione di colecalciferolo nei pazienti con diabete giovanile di tipo I aiuta a preservare la funzione delle cellule beta del pancreas che secernono insulina.

Nello studio, i pazienti trattati con 1,25(OH)2D3 mostravano livelli elevati di CCL2, il ligando 2 delle chemochine e un numero elevato di cellule T regolatorie, che insieme agiscono per ritardare la distruzione autoimmune delle cellule beta del pancreas, che caratterizza il diabete di tipo1.

Il trial ha randomizzato 38 pazienti con diabete di tipo 1 di nuova diagnosi, con livelli sierici di peptide C a digiuno pari o superiori a 0,6 ng/ml, a ricevere colecalciferolo per via orale 2000 IU/die o placebo.

A 18 mesi, il 18,7% dei pazienti assegnati a ricevere vitamina D3 presentava livelli inosservabili di peptide C a digiuno (0,1 ng/ml o inferiori), rispetto al 62,5% dei controlli. Il 6,2% dei pazienti assegnati alla vitamina D3 presentavano livelli inosservabili di peptide C dopo il pasto, rispetto al 37,5% del gruppo assegnato al placebo.

A 12 mesi, i livelli medi di CCL2 erano più elevati nel gruppo trattato con colecalciferolo (184,6 vs 121,4 pg/ml, come anche la percentuale di cellule T regolatorie (4,55% vs 3,34%)
Comunque, non è ancora chiaro il motivo per il quale i pazienti trattati con vitamina D3 presentavano un aumento del 160% del titolo di anticorpi anti-tirosina fosfatasi (IA-2), nonostante la riduzione degli anticorpi autoimmuni contro la glutammato decarbossilasi (GAD). IA-2 e GAD sono due degli antigeni bersaglio degli Autoanticorpi anti-isola pancreatica (ICA).

II diabete mellito insulino dipendente o tipo 1 (DM tipo 1) è una patologia endocrina autoimmune ed è una delle malattie croniche più frequenti nell'infanzia e nell'adolescenza. I risultati degli studi effettuati negli ultimi 20 anni hanno chiaramente indicato che il DM tipo 1 è una malattia che si manifesta in soggetti geneticamente predisposti su cui agisce un fattore eziologico ambientale. Tale malattia si manifesta a causa della distruzione specifica e selettiva da parte del sistema immunitario delle cellule insulari pancreatiche producenti insulina, distruzione che lascia intatte le altre cellule delle isole del Langerhans.

Leggi la notizia sul sito JAMA


Pubblicato il: 27 luglio 2012

Aggregatore Risorse

Galleria

Cookie Bar

Modulo gestione cookie

Descrizione cookieBar

Questo sito utilizza cookie tecnici e analytics, necessari al suo funzionamento, per i quali non è richiesto il consenso. Per alcuni servizi aggiuntivi, le terze parti fornitrici, dettagliatamente sotto individuate, possono utilizzare cookies tecnici, analytics e di profilazione. Per saperne di più consulta la PRIVACY POLICY. Per proseguire nella navigazione devi effettuare la scelta sui cookie di terze parti dei quali eventualmente accetti l’utilizzo. Chiudendo il banner attraverso la X in alto a destra rifiuti tutti i cookie di terze parti. Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento attraverso il link "Gestione cookie" presente nel footer.

Social networks
torna all'inizio del contenuto