Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

FDA mette in guardia dal rischio di morte per uso di codeina in bambini che hanno subito interventi chirurgici - FDA mette in guardia dal rischio di morte per uso di codeina in bambini che hanno subito interventi chirurgici

Aggregatore Risorse

FDA mette in guardia dal rischio di morte per uso di codeina in bambini che hanno subito interventi chirurgici

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha diffuso una comunicazione di sicurezza sui casi di tre bambini morti e di un bambino che ha presentato un episodio non fatale ma pericoloso di depressione respiratoria, dopo l'assunzione di codeina a seguito di intervento chirurgico per rimuovere le tonsille (tonsillectomia) e/o le adenoidi (adenoidectomia).
Gli interventi chirurgici sono stati effettuati per trattare la sindrome di apnea del sonno ostruttiva, una condizione che si traduce in ripetuti episodi di blocco completo o parziale delle vie aeree superiori durante il sonno. I bambini hanno ricevuto dosi di codeina che erano all'interno del range di dosaggio tipico.

Gli operatori sanitari e i genitori devono essere consapevoli dei rischi connessi all'utilizzo di codeina in bambini che hanno avuto rimosse le tonsille e/o adenoidi per il trattamento di sindrome da apnea ostruttiva del sonno. Nel prescrivere farmaci contenenti codeina, gli operatori sanitari devono utilizzare la più bassa dose efficace per il minor tempo possibile in base alle necessità. Se i genitori notano segni di overdose in un bambino, come sonnolenza insolita, difficoltà nel risveglio, confusione, o respirazione rumorosa e difficile, dovrebbero smettere di dare la codeina al bambino e rivolgersi immediatamente al medico.
La codeina è un ingrediente che si trova in medicinali soggetti a prescrizione usati per alleviare il dolore o la tosse. Una volta nel corpo, la codeina viene convertita in morfina nel fegato da un enzima chiamato citocromo P450 2D6 isoenyme (CYP2D6).

Alcune persone metabolizzano la codeina molto più velocemente e in modo più completo rispetto ad altri. Queste persone, note come metabolizzatori ultra-rapidi, presentano una probabilità maggiore di avere livelli più elevati del normale di morfina nel sangue dopo l'assunzione di codeina. Questi livelli elevati possono portare a overdose e a morte. I tre bambini morti dopo aver assunto codeina mostravano evidenze di essere metabolizzatori ultra-rapidi.

La frequenza stimata di metabolizzatori ultra-rapidi è generalmente da 1 a 7 ogni 100 persone. Tuttavia, in alcuni gruppi etnici, la frequenza può essere alta. L'unico modo per sapere se un soggetto sia un metabolizzatore ultra-rapido è quello di fare un test genetico. La FDA ha approvato test per verificare la presenza di metabolismo ultra-rapido.  

Leggi la notizia originale sul sito dell'FDA


Pubblicato il: 17 agosto 2012

Aggregatore Risorse

Documenti Correlati

Aggregatore Risorse

Galleria

torna all'inizio del contenuto