Seguici su

 
 
 
Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Secondo uno studio gli Omega-3 non offrono benefici contro la degenerazione maculare legata all’età - Secondo uno studio gli Omega-3 non offrono benefici contro la degenerazione maculare legata all’età

Aggregatore Risorse

Aggregatore Risorse

Secondo uno studio gli Omega-3 non offrono benefici contro la degenerazione maculare legata all’età

L'aggiunta di acidi grassi omega-3 e di altre sostanze nutritive alle vitamine antiossidanti standard  non garantisce alcuna protezione aggiuntiva ai pazienti anziani contro una delle principali cause di cecità, secondo un nuovo studio.

La ricerca ha esaminato la degenerazione maculare legata all'età (AMD), che affligge milioni di persone anziane negli Stati Uniti, in base alle informazioni fornite dai ricercatori.

La condizione è "la principale causa di cecità nel mondo sviluppato, [e] rappresenta più del 50 per cento dei casi di cecità negli Stati Uniti", secondo gli autori dello studio.

"Senza strumenti più efficaci per rallentare la progressione, il numero delle persone con AMD avanzata è destinato a raddoppiare nei prossimi 20 anni, con conseguente aumento degli oneri socio-economici", ha scritto il dottor Emily Chew, della US National Eye Institute, e colleghi.

Ricerche precedenti hanno dimostrato che una miscela di vitamine antiossidanti C, E e beta-carotene e zinco potrebbe ridurre il rischio di progressione di AMD avanzato.

L’aggiunta di ulteriori antiossidanti potrebbe spingere la protezione a un livello ancora più elevato? Per scoprirlo, questo studio della durata di cinque anni ha preso in considerazione 4.000 pazienti, di età compresa tra 50 e 85 anni, ha verificato se l'aggiunta dei carotenoidi luteina e zeaxantina, e gli acidi grassi omega-3 EPA e DHA al composto di vitamine antiossidanti ridurrebbe ulteriormente il rischio.

Così non è stato, secondo i risultati pubblicati online sul Journal of the American Medical Association (JAMA).

I ricercatori avvertono che i risultati possono essere dovuti a una vera e propria mancanza di efficacia, o potrebbero anche essere il risultato di dosi insufficienti, o di una durata troppo breve del trattamento, se non di entrambe le cose.

Leggi la ricerca su JAMA


Pubblicato il: 01 luglio 2013

Aggregatore Risorse

Galleria

Cookie Bar

Modulo gestione cookie

Descrizione cookieBar

Questo sito utilizza cookie tecnici e analytics, necessari al suo funzionamento, per i quali non è richiesto il consenso. Per alcuni servizi aggiuntivi, le terze parti fornitrici, dettagliatamente sotto individuate, possono utilizzare cookies tecnici, analytics e di profilazione. Per saperne di più consulta la PRIVACY POLICY. Per proseguire nella navigazione devi effettuare la scelta sui cookie di terze parti dei quali eventualmente accetti l’utilizzo. Chiudendo il banner attraverso la X in alto a destra rifiuti tutti i cookie di terze parti. Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento attraverso il link "Gestione cookie" presente nel footer.

Social networks
torna all'inizio del contenuto