Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Studio mostra la produzione di nuovi neuroni come risposta alla fluoxetina - Studio mostra la produzione di nuovi neuroni come risposta alla fluoxetina

Aggregatore Risorse

Studio mostra la produzione di nuovi neuroni come risposta alla fluoxetina

Un team di ricercatori, che ha sede presso l’Institute for Comprehensive Medical Science della Fujita Health University di Aichi, è riuscito ad ottenere la produzione di nuovi neuroni nella corteccia di adulti come risposta a un farmaco antidepressivo, la fluoxetina.

Gli scienziati avevano precedentemente dimostrato che sulla superficie della corteccia adulta esistevano alcuni progenitori delle cellule neurali (chiamati L1-INP): in caso di ischemia, si rinforzava la generazione di nuovi neuroni inibitori da questi progenitori. Non si sapeva con chiarezza finora se questi progenitori fossero coinvolti anche nella neurogenesi di una corteccia adulta normale. I ricercatori hanno usato la fluoxetina per stimolare la produzione di nuovi neuroni a partire dalle cellule L1-INP. Molti dei neuroni ottenuti erano neuroni inibitori di tipo GABA e la loro generazione ha coinciso anche con una riduzione di morte cellulare nei casi di ischemia.

Questa scoperta mette in evidenza la risposta neuroprotettiva potenziale indotta dalla fluoxetina, che è un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina, aggiungendo anche ulteriore sostegno al postulato che l’induzione della neurogenesi adulta nella corteccia è un’opzione rilevante di prevenzione/trattamento delle malattie neurodegenerative e dei disturbi psichiatrici. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Neuropsychopharmacology.

Leggi l’articolo originale


Pubblicato il: 09 gennaio 2013

Aggregatore Risorse

Documenti Correlati

Aggregatore Risorse

Galleria

torna all'inizio del contenuto