Seguici su

 
 
 
Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Studio Stanford: panel di esperti seleziona efficacemente decine di geni per le mutazioni associate al cancro - Studio Stanford: panel di esperti seleziona efficacemente decine di geni per le mutazioni associate al cancro

Aggregatore Risorse

Studio Stanford: panel di esperti seleziona efficacemente decine di geni per le mutazioni associate al cancro

Secondo uno studio della Stanford University School of Medicine, ben il 10 per cento delle donne con una storia personale o familiare di tumore mammario o ovarico presenta almeno una mutazione genetica che, se nota, avrebbe indotto i medici a raccomandare cambiamenti nella terapia.

Le donne nello studio non presentavano mutazioni nei geni BRCA1 o BRCA2 (mutazioni in questi geni sono fortemente associate con il cancro al seno ereditario e con il cancro ovarico), ma avevano mutazioni in altri geni associati al cancro.

Lo studio è stato condotto utilizzando ciò che è noto come “multi-gene panel” per sequenziare rapidamente ed economicamente pochi “possibili colpevoli genetici”, selezionati dai ricercatori sulla base delle conoscenze disponibili su una malattia. Anche se questi panel sono sempre più accessibili dal punto di vista clinico, non è chiaro se il loro utilizzo può aiutare i pazienti o influenzare le raccomandazioni mediche.

"Anche se il sequenziamento dell'intero genoma può chiaramente essere utile alle giuste condizioni , può essere prematuro prendere in considerazione l’idea di utilizzarlo per tutti",  ha detto James Ford, MD, direttore del Clinical Cancer Genetics Program di Stanford. "I ‘gene panel’ offrono una via di mezzo tra il sequenziamento di un singolo gene, come BRCA1, che siamo certi sia coinvolto nel rischio di malattia, e il sequenziamento di ogni gene nel genoma. Si tratta di un approccio mirato che dovrebbe consentire di cogliere le informazioni più rilevanti”.

Ford, professore associato di medicina e della genetica, è l'autore senior dello studio, pubblicato sul Journal of Clinical Oncology.

Ford è stato anche co-autore di un recente articolo sulla rivista della American Medical Association che ha evidenziato le sfide e le opportunità derivanti dalla possibilità di rendere clinicamente disponibile per le persone apparentemente sane il sequenziamento dell’intero genoma. Anche se questo studio ha dimostrato che ciò può essere potenzialmente salva-vita, le sfide derivanti dal sequenziare i miliardi di nucleotidi che compongono tutto il DNA di una persona e la traduzione dei dati in raccomandazioni terapeutiche sono molto significative.

I ‘gene panel’ consentono ai ricercatori di estrarre le sequenze di diversi geni contemporaneamente da un singolo campione di sangue. È evidente che lo screening per mutazioni in pochi geni selezionati è più veloce, più facile e più economico rispetto al sequenziamento dell'intero genoma. La tecnica di solito si concentra su meno di 100 dei circa 21.000 geni umani. Ma fino ad ora, pochi studi hanno approfondito se la possibilità di orientarsi basandosi su un insieme predeterminato di geni ‘sospetti’ possa effettivamente aiutare le persone.

Nello studio gli autori hanno valutato sequenze di 42 geni noti per essere associati con lo sviluppo di tumori al seno o di altro tipo, oppure coinvolti in percorsi di riparazione del DNA che bloccano sul nascere mutazioni potenzialmente pericolose. I campioni di sangue nello studio provenivano da 198 donne che sono state sottoposte a test BRCA1 e BRCA2 presso il Clinical Cancer Program Genetics di Stanford tra il 2002 e il 2012. Al momento di effettuare gli esami, alle pazienti era stato chiesto se volessero donare un campione di sangue aggiuntivo per la futura ricerca.

Delle 198 donne, 57 erano portatrici di mutazioni BRCA1/2. Gli autori hanno scoperto che 14 delle 141 donne senza una mutazione BRCA1/2 presentavano mutazioni clinicamente attuabili in uno dei 42 geni valutati dal panel. (Una mutazione perseguibile è una variazione genetica correlata abbastanza forte da determinare un aumento del rischio da indurre i medici a raccomandare un cambiamento nella terapia  - come l'aumento di screening – per i portatori).

Undici delle 14 donne erano raggiungibili tramite telefono, e 10 hanno accettato di fissare un appuntamento di follow-up con un consulente genetico e un oncologo per discutere le nuove scoperte. I familiari di una donna, che nel periodo intercorso dalla donazione di sangue era deceduto, hanno accettato anche consulenza. Sei partecipanti sono stati invitati a programmare una risonanza magnetica della mammella annuale, e a sei è stato consigliato di sostenere esami regolari per i tumori gastrointestinali; molti pazienti hanno ricevuto più di una nuova raccomandazione.

Una donna, con una storia alle spalle di tumori al seno e dell'endometrio, ha appreso di essere portatrice di una mutazione che causa la sindrome di Lynch, una condizione che aumenta il rischio di molti tipi di neoplasia. Come risultato, ha subito la rimozione delle ovaie e una colonscopia, che ha identificato un polipo precanceroso in tempo per la rimozione.

Lo screening attraverso i panel non elimina, tuttavia, il problema di varianti dal significato incert . Questo termine è usato quando una sequenza genica si discosta dal consenso, ma l'effetto clinico di tale cambiamento è sconosciuta. Ciascuna delle 141 donne nello studio presentavano circa due varianti di significato incerto nei 42 geni studiati.

"Questo problema è condiviso con tutto il sequenziamento del genoma " - ha detto Ford - e dovrebbe diminuire man mano che raccoglieremo più dati sugli effetti di specifiche mutazioni in questi geni".

Leggi lo studio originale


Pubblicato il: 18 aprile 2014

Presentazioni dei relatori

Galleria

Applicazioni nidificate

Cookie Bar

Modulo gestione cookie

Descrizione cookieBar

Questo sito utilizza cookie tecnici e analytics, necessari al suo funzionamento, per i quali non è richiesto il consenso. Per alcuni servizi aggiuntivi, le terze parti fornitrici, dettagliatamente sotto individuate, possono utilizzare cookies tecnici, analytics e di profilazione. Per saperne di più consulta la PRIVACY POLICY. Per proseguire nella navigazione devi effettuare la scelta sui cookie di terze parti dei quali eventualmente accetti l’utilizzo. Chiudendo il banner attraverso la X in alto a destra rifiuti tutti i cookie di terze parti. Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento attraverso il link "Gestione cookie" presente nel footer.

Social networks
torna all'inizio del contenuto