Seguici su

 
 
 
Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Domande e risposte sui farmaci a base di vitamina D

Domande e Risposte

 

Farmaci a base di vitamina D

Domande e Risposte su farmaci a base di vitamina D

Che cos’è la vitamina D?

È un ormone prodotto a livello della cute a seguito dell'esposizione solare. Piccole quantità possono essere assunte anche con la dieta (olio di fegato di merluzzo, salmone, pesce azzurro, tuorlo d’uovo, latte e latticini, maiale, fegato di manzo, ecc.).

A cosa serve la vitamina D?

  • regola l’assorbimento intestinale di calcio e fosforo, favorendo la normale formazione e mineralizzazione dell'osso.
  • Contribuisce alla normale contrattilità muscolare.
  • Agisce sul sistema immunitario.

Come garantirsi un apporto sufficiente di vitamina D?

Un’esposizione solare regolare è il modo più naturale ed efficace. La dieta non può essere considerata una fonte adeguata perché la presenza nella maggior parte degli alimenti è piuttosto limitata.

Quando occorre misurare il livello di vitamina D nell’organismo?

Il dosaggio va effettuato solo in presenza di specifiche condizioni di rischio, su indicazione del medico.

Come si misura il livello di vitamina D?

Il livello di vitamina D si misura mediante un esame del sangue (dosaggio nella forma 25(OH)D).

Quali sono i valori desiderabili?

I “valori desiderabili” sono compresi tra 20 e 40 ng/mL.

Quando è indicata l’integrazione farmacologica della vitamina D indipendentemente dal dosaggio?

  • Anziani ospiti di residenze sanitario-assistenziali
  • donne in gravidanza o in allattamento
  • persone con osteoporosi o osteopatie per cui non è indicata una terapia remineralizzante

Quando è indicata l’integrazione farmacologica della vitamina D a seguito del dosaggio?

  • livelli di vitamina D inferiori a 20 ng/mL e sintomi di ipovitaminosi (astenia, mialgie, dolori diffusi o localizzati, frequenti cadute immotivate)
  • iperparatiroidismo secondario a ipovitaminosi D
  • osteoporosi o osteopatie per correggere l'ipovitaminosi prima dell’inizio della terapia remineralizzante
  • terapia di lunga durata con farmaci interferenti col metabolismo della vitamina D (antiepilettici, glucocorticoidi, antiretrovirali, antimicotici, ecc.)
  • malattie che possono causare malassorbimento nell’adulto (fibrosi cistica, celiachia, morbo di Crohn, chirurgia bariatrica, ecc.)

In quali casi è inefficace o inappropriata la somministrazione di farmaci a base di vitamina D?

La somministrazione di vitamina D è inefficace e inappropriata per la prevenzione cardiovascolare e cerebrovascolare e per la prevenzione dei tumori.

I medicinali a base di vitamina D possono essere acquistati senza prescrizione del medico?

No, necessitano di prescrizione medica.

Nested Applications

Ultimi tweet

Vai al profilo Twitter

Multimedia

Campagna sull'uso consapevole degli antibiotici

Vai al canale Youtube

torna all'inizio del contenuto