Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Comunicazione AIFA su regime di fornitura, prescrittori e somministratori per i medicinali a base di neurotossina di Clostridium Botulinum di tipo A - Comunicazione AIFA su regime di fornitura, prescrittori e somministratori per i medicinali a base di neurotossina di Clostridium Botulinum di tipo A

Aggregatore Risorse

Comunicazione AIFA su regime di fornitura, prescrittori e somministratori per i medicinali a base di neurotossina di Clostridium Botulinum di tipo A

L’Agenzia Italiana del Farmaco, al fine di armonizzare l’accesso alla prescrizione e alla somministrazione dei medicinali a base di neurotossina di Clostridium Botulinum di tipo A autorizzati con indicazioni terapeutiche diverse da quelle estetiche (Botox, Dysport, Xeomin), ha proceduto a una revisione del loro regime di fornitura.

La necessità di armonizzazione del regime di fornitura si riferisce alle diverse specialità medicinali ma anche ai diversi dosaggi del singolo prodotto in quanto, nell’ambito del singolo prodotto, le indicazioni terapeutiche autorizzate non differiscono in base al dosaggio e pertanto tutte le confezioni devono essere soggette allo stesso regime di fornitura.

La Commissione Consultiva Tecnico-Scientifica (CTS), dopo aver valutato approfonditamente la questione nelle sedute del 13-14 settembre 2015, del 12 novembre 2015 e del 11 gennaio 2016, ha stabilito di attribuire a questi medicinali il regime di fornitura USPL (Medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa,  utilizzabili esclusivamente dallo Specialista).

La revisione degli specialisti abilitati alla prescrizione e alla somministrazione di questi farmaci è stata effettuata sulla base delle indicazioni terapeutiche approvate per singolo prodotto, al fine di consentirne l’uso appropriato. Nel dettaglio è stato approvato il seguente regime di fornitura:

  • Botox: “Ad uso esclusivo in centri ospedalieri e strutture assimilabili e da specialisti Neurologo (Neuropsichiatra), Neuropsichiatra Infantile, Medico specialista in medicina fisica e riabilitativa, Neurofisiopatologo, Oculista, Ortopedico, Urologo, Dermatologo. Vietata la vendita al pubblico”.
  • Xeomin: “Ad uso esclusivo in centri ospedalieri e strutture assimilabili e da specialisti: Neurologo (Neuropsichiatra), Medico specialista in medicina fisica e riabilitativa, Neurofisiopatologo, Oculista, Ortopedico. Vietata la vendita al pubblico”.
  • Dysport: “Ad uso esclusivo in centri ospedalieri e strutture assimilabili e da specialisti Neurologo (Neuropsichiatra), Neuropsichiatra Infantile, Medico specialista in medicina fisica e riabilitativa, Neurofisiopatologo, Oculista, Ortopedico. Vietata la vendita al pubblico”.

Si chiarisce inoltre che in ambito ospedaliero non si applicano le limitazioni prescrittive e di utilizzo previste sul territorio; resta quindi ferma la facoltà per i soli medici operanti in strutture ospedaliere o a esse assimilabili, di prescrivere e utilizzare questi farmaci in tale ambito, indipendentemente dalla specializzazione conseguita. Si precisa altresì che l’uso dei suddetti medicinali è autorizzato esclusivamente nell’ambito delle indicazioni terapeutiche approvate.

Leggi la comunicazione sul sito dell'AIFA


Pubblicato il: 22 febbraio 2016

Aggregatore Risorse

Documenti Correlati

Aggregatore Risorse

Galleria

Applicazioni nidificate

Ultimi tweet

Vai al profilo Twitter

Multimedia

ABC della Ricerca Clinica - Perché la randomizzazione è essenziale?

Vai al canale Youtube

torna all'inizio del contenuto