Seguici su

 
 
 
Agenzia Italiana del Farmaco Agenzia Italiana del Farmaco

Farmaci antibiotici

Farmaci antibiotici

Gli antibiotici sono un gruppo di farmaci in grado di impedire lo sviluppo di batteri, agendo mediante differenti meccanismi d'azione. Sono quindi essenziali per il trattamento delle infezioni batteriche e devono essere utilizzati esclusivamente per il trattamento di queste infezioni, soltanto su prescrizione dei medici, e assunti per il tempo necessario e alle dosi prescritte. Il loro utilizzo è invece inopportuno per il trattamento di malattie causate da altri agenti infettivi (virus, funghi, protozoi), a meno che non sussista il rischio identificato da uno specialista che queste si complichino per il sovrapporsi di infezioni batteriche.

Gli antibiotici hanno contribuito a migliorare in modo significativo la salute della popolazione.
Il loro uso eccessivo e inappropriato negli uomini e negli animali sta però contribuendo ad accelerare drammaticamente il fenomeno dell’antibiotico-resistenza, il processo naturale per cui i batteri divengono resistenti a quegli stessi antibiotici che una volta erano in grado di sconfiggerli.

I batteri resistenti possono infettare l’uomo causando infezioni più difficili da trattare. La resistenza dei batteri agli antibiotici e, in particolare, le multi-resistenze (resistenza di un batterio a 4 o più farmaci appartenenti a classi diverse di antibiotici) rappresentano un problema di salute pubblica molto rilevante a livello globale, in quanto causano un incremento della mortalità, degenze ospedaliere prolungate e costi sanitari elevati.

L’Italia è tra i Paesi europei con i maggiori consumi e con i tassi più elevati di resistenza e multi-resistenza (resistenza di un batterio ad almeno quattro antibiotici di classi diverse).
L’aumento delle resistenze può essere contrastato efficacemente solo attraverso un approccio globale - one health - che promuova interventi per l’uso responsabile di questi farmaci in tutti gli ambiti.
Le strategie per prevenire e controllare le resistenze agli antibiotici richiedono un coordinamento a livello europeo e mondiale, ma anche piani nazionali in grado di fronteggiare le specifiche situazioni locali. Per tale ragione, l’Italia si è dotata del primo Piano Nazionale di Contrasto dell’Antimicrobico-Resistenza (PNCAR) 2017-2020, prorogato anche per il 2021, che, in coerenza con le indicazioni dell’OMS, prevede tra gli ambiti di intervento la sorveglianza dei consumi degli antibiotici sia nel settore umano che veterinario.
Dal 2019 i rapporti nazionali OsMed "L’uso degli antibiotici in Italia" forniscono dati di consumo e spesa di questa categoria di farmaci a livello nazionale e regionale, contribuendo così alle attività di sorveglianza dei consumi degli antibiotici in ambito umano previste dal PNCAR.

L’AIFA ha inoltre attivato nel 2021 un gruppo di lavoro specifico (denominato AIFA-OPERA, Ottimizzazione della PrEscRizione Antibiotica) che ha il compito di favorire l’uso ottimale e responsabile degli antibiotici per preservarne l’efficacia e ridurre l’insorgenza di resistenze, promuovendo azioni immediate e di lungo periodo.

Applicazioni nidificate

Cookie Bar

Modulo gestione cookie

Descrizione cookieBar

Questo sito utilizza cookie tecnici e analytics, necessari al suo funzionamento, per i quali non è richiesto il consenso. Per alcuni servizi aggiuntivi, le terze parti fornitrici, dettagliatamente sotto individuate, possono utilizzare cookies tecnici, analytics e di profilazione. Per saperne di più consulta la PRIVACY POLICY. Per proseguire nella navigazione devi effettuare la scelta sui cookie di terze parti dei quali eventualmente accetti l’utilizzo. Chiudendo il banner attraverso la X in alto a destra rifiuti tutti i cookie di terze parti. Puoi rivedere e modificare le tue scelte in qualsiasi momento attraverso il link "Gestione cookie" presente nel footer.

Social networks
torna all'inizio del contenuto